In Irlanda i data breach relativi al GDPR sono circa il doppio

La commissione Irlandese per la Protezione dei Dati (Irish Data Protection Commission – DPC) ha pubblicato oggi il numero officiale dei reclami privacy e dei data breach riporati all’Autorità per la Protezione dei Dati (Data Protection Authority – DPA) a partire dall’entrata in vigore del General Data Protection Regulation (GDPR) il 25 maggio 2018.

Mentre sono stati riportati in media circa 3.188 data breaches da ogni membro della DPA Europea a partire dal maggio 2018, l’Irlanda ne ha riportati quasi il doppio, 5818 data breach verificati.

Il numero medio di segnalazioni di data breach è basato sulle statistiche ufficiali raccolte dall’Autorità Europea per la Protezione dei Dati ed è stato rilasciato pubblicamente dalla Commissione Europea il 22 maggio per ricordare il primo anniversario delle nuove regole europee sulla protezione dei dati.

Come mia considerazione personale, senza voler sminuire l’importanza e la gravità dei data breaches, vorrei aggiungere un dato: all’Irlanda fanno capo la gran parte dei servizi cloud d’Europa, quindi è comprensibile che le segnalazioni di data breach siano in questo Paese un numero superiore rispetto agli altri Paesi d’Europa.

Giacomo Arru

Sono un DPO certificato o RDP - Responsabile della Protezione dei Dati, e in qualità di consulente esterno in materia di protezione dei dati lavoro per enti pubblici e società private che processano i dati sensibili su larga scala.

>